A Milano cercano lettori

Fatevi avanti!

Pubblicato da Rosa Carnevale 02 marzo 2017
pexels-photo-113776

 

La lettura ad alta voce fa bene, ad adulti e bambini. Ce lo dicono numerosi studi internazionali che esaltano l’importanza di questa pratica fin da giovanissimi. La lettura ad alta voce permette ai bambini di sviluppare un bagaglio linguistico migliore fin da piccoli e di esercitare l’immaginazione seguendo la voce dell’adulto che legge.

Ma non dimentichiamo che leggere è un’attività faticosa e impegnativa anche per noi adulti. Spesso può generare frustrazione e inibire i lettori meno forti (che sono molti, se i dati Istat ci rivelano che in Italia leggiamo ancora meno di un libro all’anno). Per questo, leggere ad alta voce in piazza, in aula, per radio o in televisione facilita la relazione con i libri: perché trasmette la passione per la lettura, anteponendola alla “fatica” del leggere. Non c’è mezzo migliore per conquistare nuovi lettori, soprattutto nella fascia dei lettori deboli.
 
Ecco perché il Comune di Milano cerca volontari di qualsiasi provenienza ed età disposti a prestare la loro voce al prossimo. I candidati, una volta formati, leggeranno in scuole, biblioteche, centri ricreativi, carceri e ospedali. Luoghi della città, critici e non, da cui partire per promuovere l’importanza sociale del libro e della lettura.
 
Il Patto per la Lettura, infatti, è lo strumento che l’amministrazione comunale milanese ha adottato per rendere la lettura un’abitudine sociale diffusa, riconoscendo il diritto di leggere come fondamentale per tutti i cittadini. Si lavora sia attraverso esperienze collettive di condivisione della letteratura, sia con la promozione di scelte consapevoli nel panorama editoriale.
 
A Milano, l’esperienza del Patto per la Lettura, coinvolge già biblioteche, case editrici, scuole, università. E da oggi anche singoli individui o gruppi di lettori. Requisiti fondamentali per proporsi sono la passione, l’amore per i libri e un po’ di tempo a disposizione da dedicare agli altri. Poi, per diventare volontari del Comune di Milano occorrerà un breve periodo di formazione.
 
Per partecipare all’iniziativa basta compilare il modulo online, specificando le proprie preferenze rispetto a orari e giorni disponibili e seguire la formazione. I primi corsi sono già partiti, mentre il prossimo ciclo prenderà il via il 20 febbraio e si concluderà a metà marzo. Si tratta di tre incontri settimanali di due ore l’uno in diverse zone della città.
 
È importante che chi legge sappia farlo, senza eccessiva enfasi ma con calore, entusiasmo e passione. Non si tratta di “recitare” un testo, ma di leggerlo in modo espressivo, appassionato e coinvolgente e di essere in grado di stabilire un contatto con chi ascolta. Lo scopo è insegnare che leggere è una magia ripetibile perché si compie a partire da uno strumento, il libro, accessibile a tutti.
 
Fatevi avanti.
 
 
Schermata 2016-11-02 alle 10.27.08

 

 
Tags: Lettura, Milano, Kobo

Commenti (1)

Iniziativa meravigliosa la lettura è cibo per la mente ascoltare bune pagine di lettura condivisa crea armonia e socializzazione oltre a divulgare con passione testi e parole che arricchiscono la vita
Susanna Villa March 09, 2017

Commento

*
*
*